Personalizza sito

Cambia colore:
  gray   blue   green   orange

Abruzzo Sociale

Mappa dei servizi e degli interventi sociali
torna su

Ricerca:
Utente / Password:

1° workshop sull'utilizzo delle LIM (lavagne interattive multimediali) - Lanciano 4 marzo, ore 15.00

Promosso da Patto "Sangro Aventino" nell’ambito del progetto “Supporto Azioni di Sistema - Ambito Lanciano" - Finanziato dalla Provincia di Chieti
Giovedì 4 marzo alle ore 15.00, presso l’Istituto Comprensivo D’Annunzio di Lanciano, si svolgerà il 1° workshop sull’utilizzo delle LIM (lavagne interattive multimediali) nella quotidianità didattica rivolto ai docenti delle Scuole della Rete del Sistema Scolastico del Sangro Aventino. Il percorso, promosso dal Patto Sangro Aventino nell’ambito del progetto “Supporto Azioni di Sistema – Ambito Lanciano” finanziato dalla Provincia di Chieti, vedrà 28 docenti, appartenenti ad aree di insegnamento che vanno dalle discipline umanistiche a quelle tecnico-scientifiche, partecipare al gruppo di lavoro “Nuove tecnologie dell’Informazione” che, con l’aiuto di un esperto, sperimenteranno l’utilizzo nel loro lavoro quotidiano di questo nuovo strumento. La Lim ha le dimensioni di una tradizionale lavagna sulla cui superficie è possibile scrivere, gestire immagini, riprodurre file video, consultare risorse web, navigando su internet. Una scuola che voglia stare al passo coi tempi non può prescindere dall’utilizzo delle nuove tecnologie.

Il progetto prevede due workshop in aula, un lavoro di affiancamento dei docenti a distanza attraverso piattaforma on-line ed infine la sperimentazione di moduli didattici in aula con gli studenti nel prossimo anno scolastico. Tutte le statistiche (partendo da quella OCSE PISA) ci indicano il ritardo di competenze che la scuola italiana fornisce ai propri studenti rispetto ai Paesi più avanzati. Inoltre, tale ritardo crea un forte divario territoriale: per un ragazzo del Sud, ci dicono le rilevazioni, rispetto ad uno del Nord è equivalente a circa ad un anno e mezzo di ritardo scolastico, indipendentemente dalle caratteristiche individuali e della scuola che si frequenta.

Dall’indagine recentemente svolta dal Patto Sangro Aventino su "Scuole e nuove tecnologie nel Sangro Aventino", che ha visto coinvolti 28 docenti provenienti da circa il 50% delle scuole della Rete, risulta che, pur se il 70% delle scuole e plessi della rete ha in dotazione almeno una Lavagna Interattiva Multimediale, solo il 13% dei docenti è in grado di utilizzarla per un progetto didattico. A seguito del piano di informatizzazione del Ministero dell’Istruzione quasi tutte le scuole sono state dotate almeno di una LIM (lavagna interattiva multimediale). “La Lim è il primo strumento dai tempi della lavagna di ardesia a entrare in classe e a essere integrato nella lezione come le cartine geografiche o il libro di testo” ci dice il Professor Daniele Barca esperto nell’utilizzo di questo dispositivo che si occuperà di seguire i nostri docenti nel percorso.

Ormai una scuola che vuol essere al passo coi tempi non può prescindere dall’uso di questi nuovi strumenti. Per questo la Rete del Sistema Scolastico del Sangro Aventino, che annovera tutte le scuole dell’area dalle elementari alle superiori, si è posta tra i suoi obiettivi, fin dalla sua nascita nel 2006, quello di migliorare le competenze dei docenti e quindi la qualità dell’offerta didattica agli studenti anche attraverso percorsi di aggiornamento sull’utilizzo delle nuove tecnologie nella quotidianità didattica.

Il problema della Digital Competence (competenza digitale) in ambito scolastico è un’opportunità che ci viene indicata anche dall’Unione europea che sta promuovendo iniziative al fine di favorire l’adeguamento dei sistemi di istruzione e formazione dell’Europa alla società sempre più digitalizzata. Con la lavagna interattiva le scuole italiane sperimentano la tecnologia a patto di usarla come mezzo di innovazione della didattica, non come megafono della lezione frontale.
torna su