Personalizza sito

Cambia colore:
  gray   blue   green   orange

Abruzzo Sociale

Mappa dei servizi e degli interventi sociali
torna su

Ricerca:
Utente / Password:

TERREMOTO ABRUZZO, DAI GIOCHI 2 MILIARDI IN 3 ANNI

Nei tre anni trascorsi dal terremoto dell'Abruzzo, i giochi hanno prodotto un incremento di gettito di 2 miliardi, destinati a finanziare la ricostruzione. Con il decreto 39 del 2009 (il cosiddetto decreto pro Abruzzo), il governo decise infatti di reperire risorse anche attraverso il lancio di nuovi giochi, stabilendo che i nuovi prodotti dovessero "assicurare maggiori entrate non inferiori a 500 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2009". E quindi - ricorda l'Agicos - autorizzò il lancio di una serie di prodotti: Gratta e Vinci dedicati, WinForLife, nuove versioni del Lotto, le videolottery, la scommessa ippica V7, il poker cash e i casino online, le scommesse tra giocatori (betting exchange), quelle su eventi virtuali e quelle personalizzate, e i giochi a consumo. Alcuni di questi giochi in realtà ancora non sono stati lanciati, con il decreto fiscale votato ieri dal Senato è arrivato lo stop alle lotterie a consumo. Altri , come il betting exchange e le scommesse su eventi virtuali, arriveranno a breve, i relativi decreti sono al vaglio della Commissione Europea. Altri ancora non hanno prodotto gli effetti sperati: la V7 è stato un flop, tanto che è cessata nel luglio 2011; e anche la lotteria istantanea Gratta Quiz non ha avuto un particolare successo. Infine, nel caso del bingo, si è abbattuto il prelievo fiscale per consentire l'innalzamento della quota destinata a premi, ma l'aumento delle giocate non è stato tale da compensare la perdita di gettito. Il contributo maggiore alla ricostruzione è così arrivato dalle Videlottery (le slot di ultima generazione che permettono vincite fino a 500mila euro) che fino a oggi hanno versato nelle casse dello Stato 1,4 miliardi, dal WinForLife (320 milioni) e dalle nuove versioni del Lotto (200 milioni).
torna su